SEGNALAZIONE DI PUBBLICAZIONE DI ALTRO EDITORE: AFFRICANA

copertina del libro
Giovedì, 13 Giugno, 2013

Affricana. Altri studi per Ungaretti di Alexandra Zingone, Caltanissetta, 2013, Salvatore Sciascia Editore.

 

L'opera: Per Ungaretti europeo d'Africa. Il quale alle colonne della stampa araba d'espressione francese affidava. con ostinata fedeltà, l'omaggio a «cette Égypte inoubliable, inoubliée», e formulava la dichiarazione persuasa: «l'Égypte, Alexandrie, l'Alexandrie de mon enfance, sont partout présentes dans mon œuvre». Le due dense interviste apparse sulla «Bourse Égyptienne» rispettivamente nel '52 e nel '60, la seconda riproposta sul "Journal d' Alexandrie" - che si pubblicano qui secondo l'edizione a stampa recuperata - sollecitano una indagine per il valore di assoluta novità. Spiccano l'influsso determinante del chant arabe, annunciato a Georges Cattaui, i richiami al pittore Mohamed Naghi , fondatore dell'arte moderna in Egitto e già camarade d'école di Ungaretti , l'autoritratto del poeta voyageur tra i continenti e nomade tra le lingue, «parlant italien, arabe, français».

Le trouvailles custodiscono preziose tessere concernenti la marca egiziana impressa nell'identità letteraria europea del poeta dal destino «mezzo Affricano».
Elevare a idea e mito la propria esperienza biografica: in questa prospettiva - combinazione di sguardo e di ascolto, variata e trasfigurata per logica e segreto di parole - alla «terra affricana» del primo tempo, come per attrazione magnetica, la memoria costantemente ritorna a scandire la strutturazione dell'intero sistema letterario di Ungaretti . Producendo una fitta trama di echi intertestuali , sull'asse poesia-prosa, incluso l'esercizio traduttivo e la scrittura dell'arte.

Il richiamo all'amico egiziano Élian Finbert rivela la complicità di questo scrittore che entra - e circola con Henri Thuile - nell 'orbita culturale alessandrina di Ungaretti, attraverso la pratica della traduzione: dall'arabo all'italiano per mediazione francofona.
Concordanze tematiche tra gli spartiti documentano l'impronta dell'Alessandria cosmopolita dei primi del Novecento, inesauribile serbatoio di segni per viaggi testuali, oltre che speciale spazio d'incontri e legami. Nella sua città «natale» e «straniera» il poeta frequentava, tra gli altri, il greco Kavafis.
Anche Ungaretti interprete d'arte è riconducibile alla prepotente ottica della scena d' Africa. La sua scrittura critica per le icone pittori che - con la ricerca del «sens de la lumière» costantemente perseguito e rintracciato nelle opere dipinte - è eredità di un pensiero visivo sorto al limite del deserto, con tutto il suo valore di urto. Prospettiva che orienta, per effetti di metamorfosi dall 'occhio alla mente, la fascinosa relazione critica poesia-pittura.

 

Autrice: Alexandra Zingone è dottore di ricerca in Italianistica alla Sapienza Università di Roma e membro dell' ELCI, Équipe Littérature et Culture Italiennes, Université Paris Sorbonne - Paris IV. Svolge attività di critica letteraria su autori e tematiche del Novecento europeo. Ha insegnato Letteratura italiana moderna e contemporanea alla Sapienza, Critica letteraria e Letterature comparate all'Università della Tuscia, Viterbo. Italiano all'Università Sophia Antipolis di Nizza. Ha tenuto lezioni e conferenze in varie Università in Europa e in America e relazioni a Convegni internazionali e seminari in Italia e all'estero. Ha pubblicato, oltre a
numerosi saggi in riviste italiane e straniere e in Atti di Convegni, i volumi: L'occhio in ascolto. Capitoli di Novecento, Roma, Bonacci, 1996 e Deserto emblema. Studi per Ungaretti, Caltanissetta, Sciascia. 1996 (Premio " La Sapienza - Ungaretti").  Ha curato (con M. Ciccuto) il volume I segni incrociati. Letteratura del '900 e Arte figurativa,  Viareggio-Lucca, Baroni, 1998 e, tra l'altro, gli Atti dei Convegni internazionali: Giuseppe Ungaretti 1888- 1970, Napoli. Edizioni Scientifiche Italiane, 1995; Nouveau cahier de route. Giuseppe Ungaretti: Inediti, aggiornamenti, prospettive, Firenze, Passigli, 2000; Ungaretti e il Barocco. Testi e problemi, Firenze, Passigli, 2003.

PREZZO: € 22,00

ISBN: 9788882414153

tel/fax editore: 0934551509

email: sciasciaeditore@virgilio.it