La metamorfosi dei sensi

Donne, desiderio, emozioni nella lirica dei trovatori
SKU: 9788893770330
Collana: 
Studi e Ricerche
Numero Collana: 
60
Collezione: 
Studi umanistici
Serie: 
Philologica
formato: 
16x23
pagine: 
412
lingua: 
italiano
Price: €25,00

La rappresentazione del corpo femminile in rapporto al desiderio sensoriale e alle emozioni è un aspetto centrale della lirica cortese. Più volte sono state fornite analisi sull’importanza del ruolo svolto da singole eroine del canone letterario, sulla valenza del corpo nella lirica medievale e sui singoli sensi. Non si è però affrontata con sistematicità diacronica, nella lirica dei trovatori, la questione della donna riguardo alla funzione e alla metamorfosi di tutti e cinque i sensi considerati nel loro insieme, anche a proposito dell’esegesi patristica, del vocabolario mediolatino di riferimento e delle sue rifrazioni sul lessico della fisiologia emozionale romanza.

Questo volume tenta di restituire un’analisi storico-semantica puntuale di come la relazione tra la donna e i sensi si trasforma nella lirica cortese, soprattutto riguardo alla manifestazione del desiderio e delle emozioni.

La metamorfosi dei sensi muliebri consente di tracciare un percorso diacronico che, a partire da Guglielmo IX, approda alla trasformazione del corpo femminile nel suo solo e “ossessivo” pensiero. Maschile, s’intende.